mercoledì 31 agosto 2011

Sal, il comunicato stampa ufficiale di James Franco

A ridosso della premiere alla Mostra del Cinema di Venezia, dove Sal verrà presentato la notte del 3 settembre per la Sezione Orizzonti, James Franco ha rilasciato un comunicato stampa ufficiale del film:

"Sal Mineo aveva 37 anni quando è stato assassinato, ed era sul punto di rilanciare nuovamente la sua carriera di attore. Aveva iniziato a recitare da bambino, e a soli 15 anni era al fianco di James Dean in Gioventù Bruciata, ruolo per il quale ottenne una nomination agli Oscar. Come giovane artista, Sal Mineo ha riscosso un successo incredibile, sia nel cinema che nella musica, poi, arrivato ai vent'anni, per una serie di motivi anche indipendenti da lui (allude probabilmente alle speculazioni sulla sua dichiarata omosessualità, ndJFI), ha perso tutti i riconoscimenti di cui aveva goduto all'inizio della sua carriera. Dai venti ai trent'anni ha lottato con tutte le sue forze per riconquistare quel successo, vivendo il dramma comune a molti artisti di talento che non riescono più a lavorare. Ma nonostante questo, Sal non si è mai arreso, battendosi fino alla fine per la libertà di espressione, sforzandosi di trovare il modo per creare opere innovative e interessanti. Quando è stato stato ucciso, i tabloid specularono sulla sua morte, alludendo all'uso di droghe e ad un delitto a sfondo passionale per mano di un amante: la memoria di Sal è stata macchiata per sempre da queste congetture totalmente infondate. Questo film è il ritratto di un artista sensibile e gentile nelle sue ultime ore di vita."



Interpretato da Val Lauren, nel cast vedremo anche Jim Parrack nel ruolo di Keir Dullea e lo stesso James Franco che, a dispetto dei rumors che lo volevano nuovamente nei panni di James Dean, interpreterà invece il regista Milton Katsela.

James Franco ritorna in General Hospital, prima immagine esclusiva dal set

photo courtesy ABC/ Ron Tom

Si è speculato parecchio sul ritorno di James Franco a General Hospital. Impegnatissimo su più fronti, sembrava infatti impossibile potesse ritagliarsi uno spazio per la soap della ABC, ma succederà davvero, come rivela questa foto pubblicata in anteprima su E! Online. Il personaggio del serial killer/artista Robert “Franco” Frank, che ritornerà in scena irrompendo al matrimonio di Jason Morgan, però non sembra passarsela benissimo: si vuole solo confondere il pubblico o la sua storyline arriverà davvero al capolinea?

James Franco, fuori da "Sweet Bird of Youth"

Dopo la notizia del debutto posticipato a data da definirsi, il revival di "Sweet Bird of Youth" (La dolce ala della giovinezza), inizialmente previsto per questo inverno, subisce un altro duro colpo: secondo quanto riportato dal suo pubblicista, infatti, James Franco non è più coinvolto nel progetto.

"Sweet Bird of Youth", classico teatrale di Tennessee Williams, con protagonisti un gigolò e aspirante attore Chance Wayne e la sua compagna, l'attrice sul viale del tramonto Alexandra Del Lago, è stata senza dubbio la più chiacchierata delle produzioni di Broadway previste per la stagione 2011/2012. Questo per via degli attori coinvolti, James Franco e Nicole Kidman, ma anche per David Cromer, regista reduce dallo strepitoso successo Off-Broadway di "Our Town". Raggiunto telefonicamente, Croner ha confermato che la produzione è ancora in cantiere, ma che non ha idea di quando si possa partire, anche per via dell'impegno di Scott Rudin - produttore del revival - con un'altra pièce attualmente in cartellone, "Death of Salesman", diretta da Mike Nichols e con Philip Seymour Hoffman, Linda Emond e Andrew Garfield nel cast.

sabato 27 agosto 2011

James Franco Italia alla Biennale di Venezia 2011

Mancano ormai pochissimi giorni all'arrivo di James Franco alla Biennale. Purtroppo non potrò essere lì con voi, ma James Franco Italia sarà comunque a Venezia grazie alla nostra affezionata lettrice Chiara, inviata ufficiale per il blog, che raccoglierà aneddoti e curiosità dal Lido e dalla Certosa, ma soprattutto recensirà in anteprima gli attesi Sal e Rebel. Ma non è tutto: sarai anche tu a Venezia e hai voglia di collaborare con noi? Invia foto, commenti e le tue impressioni sui progetti di James al nostro indirizzo mail (james.franco.italia@gmail.com) oppure rimani in contatto sulle nostre pagine di facebook e twitter.

AGGIORNAMENTO 28.08.11: Leggi il blog e andrai a Venezia? Vuoi incontrare con facilità altri fan? Scarica il cinturino di riconoscimento firmato JAMES FRANCO ITALIA!

giovedì 25 agosto 2011

James Franco dirigerà un documentario su kink.com

La bomba è stata sganciata durante l'ultima intervista al Conan O'Brien Show, dove James ha ricordato di avere girato per gioco un pessimo e noiosissimo sextape casalingo, esperienza che gli ha fatto realizzare quanto sia difficile girare un film porno, e soprattutto essere dei performer convincenti. Da qui il rispetto per la professionalità degli attori hard e l'idea di dirigere un documentario sull'industria del porno e soprattutto su kink.com, il più noto sito fetish del mondo, creato nel 1997 da Peter Acworth. Attratto dalla vivace produzione indipendente della società, James ha dichiarato al Conan "C'è questa attività straordinaria a San Francisco. Si trova in una vecchia armeria e producono ogni cosa là dentro, girerò presto un documentario su di loro, è un posto incredibile." Alison Voss, attualmente a capo di kink.com, si è detta entusiasta dell'interessamento di James Franco alle loro produzioni. La speranza è che un nome di richiamo come il suo possa contribuire a demistificare il mondo fetish "Siamo molto trasparenti sulle nostre pratiche, e abbiamo un'etica ben precisa, oltre all'impegno che mettiamo in ogni cosa che facciamo." Il documentario su kink.com, non sarà la sola parentesi a luci rosse di James Franco: oltre ad un rumoreggiato ruolo nel biopic dedicato a Linda "Gola Profonda" Lovelace, lo vedremo infatti in Cherry, film ambientato nel mondo del porno, girato a fine giugno a San Francisco e attualmente in post-produzione. Proprio il 26 giugno, Rain Degrey, una delle attrici del sito twittava (e cancellava subito dopo) "La kink.com oggi è eccitatissima perchè James Franco girerà qui il suo nuovo film e tutte queste ragazze se lo vogliono scopare!" Dobbiamo prepararci ad un nuovo progetto multiforme di James?

mercoledì 24 agosto 2011

La Disney rivela la sinossi di "Oz: The Great and Powerful"

Quest'anno al Disney's D23 Expo, evento imperdibile per tutti i fan della casa di produzione più famosa al mondo, i riflettori erano tutti puntati su Oz, The Great and Powerful, l'atteso prequel de Il Mago di Oz con protagonista James Franco nei panni del mago Oscar Diggs. Durante la manifestazione infatti, è stata resa nota la sinossi ufficiale del film, attualmente in produzione e diretto da Sam Raimi.
"Quando Diggs Oscar (James Franco), giovane illusionista di un circo, in fuga dal Kansas su una mongolfiera, approda, dopo un violento tornado, nella terra di Oz, dovrà fare i conti con le tre streghe che la abitano: Teodora (Mila Kunis), Evanora (Rachel Weisz) e Glinda (Michelle Williams). Chi delle tre è buona, e chi cattiva? Oscar dovrà scoprirlo prima che sia troppo tardi, mettendo in pratica tutte le sue conoscenze nel campo della magia e della stregoneria. Questo lo porterà a diventare il potente Mago di Oz."
Nonostante Oz: The Great and Powerful sia un prequel con una storia completamente inedita, sarà pressocchè impossibile prescindere dal film che lo ispira, un classico che ha fatto la storia del Cinema entrando nell'immaginario collettivo di intere generazioni. Ma questo aspetto, stando almeno alle dichiarazioni di Raimi e del produttore Sean Bailey, ai bozzetti dei set, insieme con le prime scene ancora "grezze" mostrate all'Expo, non verrà tradito. A partire da alcune sequenze girate in bianco e nero che richiameranno alla memoria il film di Victor Fleming del 1939 con Judy Garland, e una Città di Smeraldo che sarà una rivisitazione ancora più splendente di quella storica. Anche James Franco - che vedremo volare dentro una bolla come Glinda - si è espresso in merito, dichiarando: "ci stiamo muovendo nella tradizione, ma una tradizione che ha ancora molto da raccontare."



Scopriremo infatti tutto ciò che è accaduto prima di Dorothy Gale, prima che quella casetta in legno approdasse ad Oz e il suo Mago finisse dietro la tenda verde: chi era e da dove veniva? "La prima volta che abbiamo conosciuto Oz, era un istrionico mago cialtrone, ma anche lui aveva un gran cuore che si deve essere perso da qualche parte", ha detto Raimi parlando del film.

La premiere di Oz: The Great and Powerful è prevista per marzo 2013 e, oltre a Franco e Mila Kunis sarà interpretato da Rachel Weisz, Michelle Williams, Abigail Spencer, Zach Braff, Joey King e Bruce Campbell.

sabato 20 agosto 2011

James Franco, l'intervista a The View

Ospiti nel salotto di The View, James Franco, Andy Serkis e Freida Pinto parlano di "Rise of the Planet of the Apes". Guarda l'intera intervista.


venerdì 19 agosto 2011

The Dangerous Book Four Boys, dettagli sul libro in uscita

Come precedentemente annunciato, The Dangerous Book Four Boys, la prima personale di James Franco verrà racchiusa in un libro di prossima pubblicazione per Rizzoli. La data di uscita è fissata per il 10 aprile 2012, ma è già possibile prenotarne una copia negli stores online. Ispirata da "Dangerous Book For Boys", famosa collana di libri per ragazzi con consigli utili per arrangiarsi in ogni occasione, The Dangerous Book Four Boys è un’esposizione in due atti che spazia dalla fotografia, alla scultura, ma anche da cortometraggi a disegni che James ha realizzato e raccolto negli anni, il tutto strutturato come un diario, un percorso "visivo" nella sua infanzia, attraverso passaggi obbligati come l'identità sessuale e la mascolinità. Dopo il salto troverete una gallery con alcuni immagini della mostra.



mercoledì 17 agosto 2011

Palo Alto: Stories diventa un film

Palo Alto: Stories, l'esordio letterario di James Franco, diventerà presto un film. A confermarlo è lui stesso durante una delle interviste per il giro promozionale di "Rise of the Planet of the Apes". Il film però non sarà diretto da James:

James alla presentazione di Palo Alto
“Questa volta ho voluto muovermi diversamente perchè sarebbe stato troppo per me, così ho chiamato Gia Coppola (nipote di Francis Ford Coppola). E' una giovane artista e regista di talento e sarà lei ad adattarlo per il grande schermo. Ci stiamo lavorando da un po', ha girato alcune scene di prova e mi hanno completamente rapito, perchè erano fedeli al libro ma allo stesso tempo molto personali, con una visione precisa della storia. Le riprese ufficiali inizieranno a settembre."

Davanti ad un progetto fortemente personale, James Franco sceglie quindi la via più stimolante e meno ovvia, affidando gli 11 racconti brevi del suo romanzo ad una giovane artista emergente che potrà darne una nuova chiave di lettura.

"Ho sempre pensato che quei racconti sarebbero potuti diventare un film, ma non che lo avrei diretto perchè non mi interessa fare tutto ad ogni costo. Al contrario, cerco le collaborazioni perchè ti permettono di uscire da te stesso e avere idee che normalmente non avresti se lavorassi da solo. E' successo lo stesso anche mentre scrivevo il libro, grazie a Michael Cunningham, Amy Hempel, Ben Marcus e Mona Simpson che mi hanno aiutato a limare certi passaggi spingendomi in direzioni a cui non avevo pensato."

sabato 13 agosto 2011

High/Low, Rob Lowe: le immagini della mostra

Ecco alcune immagini tratte dalla nuova installazione di James Franco, High/Low, Rob Love, esposta all'Asia Song Society di New York fino al 28 agosto. Come già accennato ieri, "High/Low, Rob Lowe" consiste in tre aree: nella prima un divano si erge al centro della stanza, circondato da pareti sui cui viene proiettato "Three's Company: The drama", una libera reinterpretazione a sfondo sessuale della famosa sitcom anni '70 (conosciuta in Italia come "Tre cuori in affitto"), ridoppiata utilizzando solo la traccia originale delle risate preregistrate. I visitatori poi possono scendere in un buio e cavernoso seminterrato dove sono stati installati 50 monitor che trasmettono video girati da James con l'iPhone e una cinepresa Super 8 durante i suoi viaggi, mentre è a scuola e sul set di "127 Ore". L'ultima zona è una stanza vuota con un proiettore che proietta "Road Trip", un film in cui Franco legge l'autobiografia dell'attore Rob Lowe mentre visita opere di Land Art come la "Spiral Jetty" di Robert Smithson e il "Lightning Field" di Walter De Maria, durante un viaggio on the road attraverso l'America. Dopo il salto potete vedere due brevi video tratti da "Three's Company: The Drama", registrati lo scorso gennaio al Sundace Festival, dove l'installazione è stata presentata in anteprima.


venerdì 12 agosto 2011

Pillole franche #7

- High/Low, Rob Lowe è il nome della nuova video installazione di James Franco inaugurata sabato scorso alla Asia Song Society di New York. Attraverso una moltiplicazione di schermi (più di 50), la mostra è una sorta di diario visivo con immagini tratte della vita quotidiana di James, più i lavori Road Trip e Three's Company: The Drama. Road Trip è un documentario basato sulle più importanti opere di Land Art americana (come la Spiral Getty di Robert Smithson) accompagnato dalla lettura dell'autobiografia di Rob Lowe (sarebbe curioso conoscere il perchè di questa scelta). In Three's Company, James ricrea invece un episodio dell'omonima sitcom cult degli anni '70, un tributo già presentato all'ultima edizione del Sundance. (fonte opening ceremony)

James Franco all'apertura di "High/Low, Rob Lowe"
- Continua la collaborazione tra James Franco e il MoMa di New York. Durante il mese di agosto James farà parte (insieme a Gus Van Sant) del gruppo di artisti che terranno una serie di lezioni (totalmente gratuite) dedicate all'arte contemporanea e non solo. Durante il seminario verrà proiettato My Own Private River, film dedicato a River Phoenix, montato sui provini, le scene tagliate e il dietro le quinte di Belli e Dannati, il capolavoro di Gus Van Sant. (fonte MoMa)

mercoledì 10 agosto 2011

James Franco ospite al Conan O'Brien Show

Ospite ieri di Conan O'Brien, James Fanco ha parlato ovviamente del nuovo film Rise of the Planet of the Apes - che sta sbancando i box office USA - ma anche ironizzato sulla capacità di riuscire a dormire ovunque, su una mancata carriera di pilota e su un disastroso sex tape girato con una ex. Guarda l'intervista completa.

martedì 9 agosto 2011

James Franco su Rolling Stone Russia

Ancora Terry Richardson (con il suo photoshoot pubblicato in origine su Vogue Hommes International) per una nuova copertina dedicata a James Franco sul numero di agosto dell'edizione Russa di Rolling Stone.

James Franco, la nuova intervista di Charlie Rose

Autore di una delle interviste più interessanti dell'ultimo periodo (potete vederla qui), Charlie Rose incontra ancora James Franco (insieme con Freida Pinto e il regista Rupert Wyatt) per una conversazione a tutto campo su Rise of the Planet of the Apes. Clicca sull'immagine per vederla.

lunedì 8 agosto 2011

James Franco al Toronto Film Festival 2011

James Franco al TIFF 2010
James Franco sarà tra i protagonisti assoluti - con ben quattro progetti - della prossima edizione del Toronto International Film Festival in programma dal 8 al 18 settembre. Partiamo da The Broken Tower, recentemente acquistato dalla Focus Features (la stessa di Milk e I ragazzi stanno bene) che garantirà la distribuzione nelle sale e probabilmente molta più attenzione di quanta si potesse sperare, vista la poca commerciabilità del film, già definito dalla stampa come ostico ed eccessivamente sperimentale. Il biopic dedicato alla vita del poeta Hart Crane verrà proiettato insieme a Sal, che dopo la premiere alla Mostra del Cinema di Venezia - il 3/9 - godrà di un'altra importante vetrina festivaliera. Ma non è tutto: James presenterà anche Idaho, docufilm di un'ora che cattura l'intero processo creativo del capolavoro di Gus Van Sant Belli e Dannati, e My Own Private River, ritratto del suo attore protagonista River Phoenix. Entrambi sono tratti dalla mostra Unfinished, inaugurata alla Gagosian Gallery di Beverly Hills lo scorso febbraio.

domenica 7 agosto 2011

James Franco by Sheryl Nields

Ecco alcuni scatti dal photoshoot di Sheryl Nields apparso sulla rivista neozelandese M2 lo scorso aprile.

imagebam.com imagebam.com imagebam.com

sabato 6 agosto 2011

Tutto quello che c'è da sapere su James Franco a Venezia

Se avete deciso di andare a Venezia per incontrare James Franco ed immergervi nel percorso artistico-concettuale attraverso cui celebra Nicholas Ray e la sua Gioventù Bruciata, non perdete questo nuovo aggiornamento con tutte le date, gli orari e i luoghi dove vedere Rebel, il film Sal e la copia restaurata di We Can't Go Home Again.
 
Il cartellone di Rebel affisso all'Isola della Certosa, Venezia (photo courtesy @JamesFrancoNews)
[...] La proiezione domenica 4 settembre (ore 14.30) nella Sala Grande del Palazzo del Cinema della copia restaurata/ricostruita di We Can't Go Home Again (Fuori Concorso, Usa, 93’) sarà presentata dalla vedova del regista, Susan Ray, e dal regista e attore statunitense James Franco. La proiezione in Sala Grande di We Can't Go Home Again verrà seguita da una tavola rotonda sul cinema di Nicholas Ray (alle 17 in Sala Conferenze Stampa al Casinò), a cui parteciperanno James Franco, il regista spagnolo Victor Erice, sodale di Ray e profondo studioso della sua opera, e a cui sono stati invitati a partecipare il grande artista visivo e regista britannico Douglas Gordon (premiato come miglior artista giovane alla Biennale Arte 1997), ed Henry Hopper (figlio di Dennis Hopper, l'interprete di Rebel Without a Cause che ha accompagnato Nicholas Ray in molte delle successive avventure artistiche), che hanno collaborato, con il segmento dedicato alla recitazione, all'installazione Rebel di James Franco.

James Franco è presente alla 68. Mostra anche come regista di Sal (Orizzonti, Usa, 103’), con Val Lauren, James Franco e Jim Parrack, che racconta la vita di Sal Mineo, attore divenuto celebre accanto a James Dean in Rebel Without a Cause di Ray, film per cui Mineo ottenne una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista.

Dal 5 settembre, dopo le proiezioni in prima mondiale alla 68. Mostra, We Can't Go Home Again e Sal saranno proiettati all’Isola della Certosa (rispettivamente al Castello delle Polveri e alla Casa dell’Ortolano), come parte di un sistema di proiezioni e installazioni che ha al centro Rebel, l’installazione di arti visive ideata da James Franco, omaggio al capolavoro di Ray Rebel Without a Cause (Gioventù bruciata). Nell’installazione di James Franco e degli altri artisti, il film originale diventa un prisma che ne destruttura i temi e gli eventi, e li riflette in un irrisolto amalgama concettuale.

Rebel, un Evento collaterale della 54. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, è realizzato da James Franco in collaborazione con Douglas Gordon, Harmony Korine, Damon McCarthy, Paul McCarthy, Ed Ruscha e Aaron Young. Curato da Dominic Sidhu, sarà esposto all’Isola della Certosa dal 4 settembre al 27 novembre 2011 (preview sabato 3 settembre). Rebel è realizzato col sostegno di Gucci; il Museo d'Arte Contemporanea di Los Angeles (MOCA) è partner organizzativo dell'Evento.

Continua a leggere l'articolo sul sito de La Biennale >>

giovedì 4 agosto 2011

James Franco, l'intervista da Hamish and Andy's Gap Year

Nuova intervista, appena andata in onda sulla TV Australiana durante lo show del duo comico Hamish & Andy, ma non preoccupatevi: nonostante ci sia di mezzo un tunnel spazio-temporale, James non ha ancora acquisito dei superpoteri.

James Franco al Jimmy Kimmel Live

Se avete avuto qualche perplessità leggendo della Non-Visible Art, progetto a cui James ha partecipato di recente, lasciando interdetta una buona fetta di pubblico, non perdete l'intervista al Jimmy Kimmel Live andata in onda ieri sulla ABC, dove cerca di spiegare l'inspiegabile senza però prendersi troppo sul serio. Per chiudere, ricordo ancora i prossimi appuntamenti televisivi: Hamish and Andy (4/8), Ellen (5/8), The View (5/8), Conan O'Brien (9/8).


mercoledì 3 agosto 2011

Late Show with David Letterman, la puntata integrale

Scimmie, Hart Crane, Sal Mineo e... una ferita al pollice! Imprevedibile e loquace come sempre accade quando è ospite al Letterman, James Franco lascia ancora il segno con un'intervista a tutto tondo. Clicca sull'immagine per vedere il video della puntata andata in onda il 1 agosto sulla CBS.

'Rise of The Apes', le foto dalla Press Conference

Alcuni scatti dalla Press Conference di Rise of the Planet of the Apes, tenutasi il 31 luglio al Ritz Carlton Hotel di New York.


© WireImage

'Rise of The Apes', l'accoglienza della stampa USA

Ancora due giorni e scopriremo come il pubblico USA, e i numerosi fan del Pianeta delle Scimmie, accoglieranno Rise of The Planet of The Apes, che nel frattempo, tra premiere e proiezioni per la stampa si è portato a casa critiche decisamente incorraggianti ed entusiastiche, riabilitando il nome di una saga che aveva già avuto un ritorno fallimentare, con Tim Burton, qualche anno fa. Ecco alcuni tweeps dai recenti VIP screen:



  •  @slashfilm (Peter Sciretta) Rise of the Planet of the Apes solleva la stagione cinematografica estiva. Vi sorprenderà. Vale tutto il vostro tempo e denaro.
  • @wellshwood (Hollywood Elsewhere) “Rise of the Planet of the Apes” è una storia di liberazione - un po' come in "Spartacus" - dove le Scimmie si ribellano a causa della scienza e dell'avidità umana.
  • @JackGi (Jack Giroux) Rise of the Planet of the Apes è decisamente il più brillante e ambizioso blockbuster dell'estate.
  • @firstshowing (Alex Billington) Ohh si, è proprio così, Rise of the Planet of the Apes potrebbe essere il moglior film dell'estate! Mi è piaciuto tantissimo. Andy Serkis è sbalorditivo!
  • @davidehrlich (David Ehrlich) RISE OF THE APES: vedete cosa riesce a fare un'ottima regia? Wyatt trasforma una buona sceneggiatura nel più soddisfacente blockbuster della stagione.
  • @thevine (Paul Verhoeven) E' un reboot fantastico: intenso, appassionante ed estremamente sensibile.
  • @scifitv Rise of The Planet of the Apes è fenomenale. Andate a vederlo quando uscirà nei cinema.
  • @GeekActually Acclamate tutti Caesar! Rise of the Planet of the Apes è un trionfo. E così che si fa un film sulle Scimmie, Tim Burton.

     Rassegna stampa: Rotten Tomatoes / The Film Stage

martedì 2 agosto 2011

Have you fear’d the future would be nothing to you?

Avete già prenotato la vostra copia di AUTRE? Adarsha Benjamin, che ha curato il photoshoot per il magazine, pubblica sul suo tumblr un nuovo outtake dal servizio, accompagnandolo con le splendide parole di To think of Time di Walt Whitman. Fateci un salto, per leggerla e vedere l'inedita l'immagine ad alta risoluzione. (picture courtesy of ©Adarsha Benjamin, source analogdreamscape)

Today Show/Letterman, l'arrivo negli studi

Sarà anche apparso "appesantito e stanco" all'anteprima losangelina di Rise, ma sono bastati due giorni e un look più casual e meno costretto per resituirci un James Franco in forma smagliante. Soprattutto negli scatti del suo arrivo al Letterman: capello ribelle, occhialata tattica e una giacca di renna, che ad agosto, è talmente folle da diventare un must. Guarda le foto dopo il salto, insieme ad una piccola anteprima del Letterman (in attesa della puntata completa).

lunedì 1 agosto 2011

James Franco al Today Show

Ospite questa mattina al Today Show, James Franco ha parlato del film Rise of The Planet of The Apes, sottolineando la sua fascinazione per la perfomance capture e l'uso della tecnica CGI, e spendendo ancora una volta parole di ammirazione per l'interpretazione del collega Andy Serkis (la scimmia Ceasar). Ecco il video dell'intervista.

La prima intervista di James Franco al Letterman

Che tra James Franco e David Letterman ci sia una forte simpatia e stima reciproca, è un dato ormai assodato; ricordate poi il famoso bacio? (qui). Le ospitate al Letterman, oltre a metterlo perfettamente a suo agio, finiscono con l'essere sempre godibili grazie all'alchimia tra i due. In occasione della puntata che andrà in onda stanotte - durante la quale James promuoverà Rise of The Planet of The Apes - ecco la primissima intervista dell'attore nello show del più famoso anchorman americano. Era l'estate del 2008 e "Strafumati" stava arrivando nei cinema.