martedì 22 aprile 2014

Showing the Dirty Stuff in Movies



di James Franco


L'altra sera sono andato con alcuni amici a una proiezione di mezzanotte di Trainspotting al cinema Nitehawk a Brooklyn. Vidi il film per la prima volta quando ero una matricola alla UCLA, nel 1996. Avevo letto il libro l'estate prima, mentre frequentavo un corso per giovani artisti alla Cal Arts, chiamato California Summer School for the Arts, e rimasi deluso quando mi accorsi che avevano tagliato la scena con la donna incinta e cambiato, così, il corso degli eventi. Due scene in particolare mi disturbarono a quella visione: quella in cui il personaggio di Ewan McGregor, Renton, si arrampica nel gabinetto per pescare le sue supposte e quella in cui il bambino morto gattona sul soffitto.

All'epoca non capivo quanto un film fosse diverso da un libro. Danny Boyle adattò il romanzo in qualcosa di cinematografico restando molto fedele allo spirito del libro; in verità, nemmeno l'autore stesso, Irvine Welsh, avrebbe saputo fare di meglio. Ero un po' come un fan di Twilight che critica il film perché—non so—il ciuffo di Edward Cullen non è tagliato nel modo giusto.

domenica 20 aprile 2014

Group as Character in Steinbeck’s 'In Dubious Battle'



di James Franco

Come molti di voi sanno, sto portando a Broadway uno spettacolo tratto da una delle più famose opere di John Steinbeck, Uomini e Topi (Of Mice and Men), per questo voglio scrivere di una delle sue opere meno lette, La Battaglia (In Dubious Battle), un romanzo che è parte della trilogia di Steinbeck ambientata durante la Grande Depressione (insieme a Uomini e Topi e Furore).

Si può discutere sul motivo per cui La Battaglia non è tanto popolare sta nel fatto che il libro tratti di uno sciopero operaio in California. Il romanzo narra di una classe oppressa che diventa la forza di una rivolta—una rivolta rilevante in un tempo ormai passato. Paragonata con gli altri romanzi della trilogia, La Battaglia fa leva più sulla rappresentazione dello sciopero e della struttura sociale che sui personaggi o sui significati religiosi e mitologici. Somiglia più a un documentario che a narrativa di finzione.

sabato 19 aprile 2014

Tanti auguri James!

Immaginiamo che per James Franco, il più bel regalo di compleanno sia già arrivato tre giorni fa, con il trionfo di critica e pubblico ottenuto in occasione del suo debutto a Broadway, la sera della prima di "Of Mice and Men". Felicissimi di questo successo, noi di James Franco Italia gli facciamo i migliori auguri per il suo trentaseiesimo compleanno.

Of Mice and Men: le immagini dell'after party



New York, 16 aprile: il cast di "Of Mice and Men" partecipa all'after party organizzato al Plaza Hotel. Ecco le immagini dal photo calling.

imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com

All photos are courtesy of Michael Loccisano, Getty Immages Entertainment

Of Mice and Men: rassegna stampa



New York, 16 aprile: dopo un mese di preview, l'atteso debutto. A seguire riportiamo le recensioni dello spettacolo, accompagnate da alcune immagini dell'opening night. Per chiunque fosse interessato, ricordiamo che i biglietti di "Of Mice and Men" posso essere acquistati a questo indirizzo.


imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com

All photos are courtesy of Michael Loccisano, Getty Immages Entertainment

mercoledì 16 aprile 2014

Third Person: ecco il trailer ufficiale



Sony Pictures ha rilasciato il full trailer di Third Person, film drammatico di Paul Haggis con Liam Neeson, Olivia Wilde, James Franco, Mila Kunis e Adrien Brody. Dopo uno screening al Tribeca Film Festival, il 24 aprile, Third Person avrà un'uscita limitata nelle sale USA il prossimo 20 giugno. La data di uscita italiana invece non è stata ancora ufficializzata.



domenica 13 aprile 2014

James Franco ospite di Seth Rogen al SNL



Host della puntata di ieri del Saturday Night Live, Seth Rogen è stato raggiunto da un paio di amici, tra cui James Franco che ha fatto un breve apparizione durante il monologo iniziale e nello sketch intitolato "Monster Pals". Ecco i video.






imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com

Photos ©2014/Dana Edelson/NBC

Vanity Fair Italia: James Franco intervista Jonah Hill [HQ scan]



In tantissimi ci avete chiesto informazioni sull'intervista a Jonah Hill pubblicata su "Vanity Fair Italia" nel numero del 5 marzo e solo di recente segnalata dallo stesso James su instagram. L'avete persa in molti così abbiamo pensato di condividere le scan dell'articolo. Buona lettura.

imagebam.com imagebam.com imagebam.com imagebam.com

If I Directed 'Othello'



di James Franco

E' tempo di concepire una nuova interpretazione dell'Otello di Shakespeare. Dalla sua prima rappresentazione all'inizio del 1600, il dramma ha conosciuto molti diversi rifacimenti. Il problema della razza—in particolar modo il background etnico del protagonista—è stato storicamente il tema di maggior interesse. Un altro è stato il modo in cui rappresentare i personaggi femminili: Desdemona ed Emilia, le apparentemente innocue mogli uccise dai loro mariti. Desdemona, la moglie di Otello, è spesso caratterizzata come una santa e una moglie oltremodo ubbidiente, mentre Emilia, la moglie di Iago, è più terrena e più risoluta a causa della sua classe sociale e della sua difesa di una giustificata infedeltà femminile. Un ritratto di questo tipo li fa apparire personaggi statici, dal momento che le mogli sono docili e i loro mariti dei folli. Scritti critici femministi come Women and Men in Othello di Carol Thomas Neely, dipingono Desdemona come un personaggio dinamico ed Emilia come più audace dei personaggi maschili, perché è l'unica a tenere testa ad Otello. Ammesso che sia vero, secondo tale analisi, questi ruoli restano pur sempre reattivi e in fondo inutili. Un indirizzo alternativo—in cui il pubblico, tuttavia, non abbandonerebbe il sessismo, per cui Desdemona ed Emilia non sono poi così innocenti—darebbe a questi ruoli una nuova vitalità, distante dalle "interpretazioni convenzionali".

sabato 12 aprile 2014

James Franco incontra i Minion agli Universal Studios



Aprirà ufficialmente il prossimo 2 luglio agli Universal Studios di Hollywood la nuova attrazione dedicata al film d'animazione Cattivissimo Me. "Despicable Me Minion Mayhem" riprende tutti i personaggi del film, compresi gli imprevedibili e buffi Minion. James Franco è stato il primo a fare un giro sul set e lo potete vedere nel simpatico video promozionale qui sotto.