venerdì 30 dicembre 2011

ANNO FRANCO 2011

Siete pronti per ripercorrere l'anno franco appena trascorso? Ecco tutto il meglio di James Franco raccolto in unico post. Vi aspetto qui sotto per i commenti e le vostre scelte.

TOP// il 2011 Franco può essere racchiuso in tre semplici parole: Biennale di Venezia. Atteso per mesi da tutti i fan italiani (e non solo), James sbarca al Lido durante un torrido weekend settembrino per scaldare ancora di più l'atmosfera con una partecipazione che non delude le aspettative. La prima mondiale del film "Sal", l'inaugurazione dell'installazione "Rebel", parentesi mondane, discussioni sul cinema di Nicholas Ray e tanti autografi e sorrisi per chiunque lo abbia incontrato sul red carpet, o semplicemente a spasso per Venezia. Che siate state lì o meno, un evento da ricordare, unico e che difficilmente si ripeterà ancora. 


FLOP// Anticipati da esilaranti spot e video promozionali, gli Oscar 2011 promettevano una vigorosa rinfrescata all'abito naftalinico indossato per troppo tempo dall'Academy. Ma la delusione è stata grande. Abbandonato il rischio, la coppia Franco/Hathaway tenta il miracolo con uno show scritto male e in balìa di se stesso.

OMG MOMENT//  Ad ogni news trapelata, il progetto Rebel ha dato materiale su cui discutere, ma quando un coltello a serramanico ha inciso BRAD (Renfro) sulla pelle di James, le reazioni sono state molteplici e quanto mai divergenti. 



SIDE PROJECT// Tra i numerosi progetti che hanno visto James collaborare con altri artisti, quello con Gus Van Sant è sicuramente il più interessante e significativo. Memories of Idaho, che ripesca materiale inedito dalla sala di montaggio di "My Own Private Idaho", è un atto d'amore verso il cinema che lo ha formato e un singolare tributo ad uno dei capolavori del cinema contemporaneo.

OH SHIT// Saltata a causa dei numerosi impegni cinematografici, la partecipazione di James (insieme a Nicole Kidman) alla nuova versione della pièce teatrale di Tennesse Williams, "Sweet Bird of Youth", è la più grande occasione mancata del 2011. Vederlo a teatro, con un testo che non concede sconti e in un ruolo decisamente nelle sue corde, sarebbe diventato senza dubbio alcuno l'evento clou dell'anno.

COVER DELL’ANNO// Forse non la migliore, ma certamente la più chiacchierata e quindi vincente (anche se il culo di FLAUNT non è da meno). Fotografato da Terry Richardson per "Vogue Hommes International", James ostenta un'ascella fiera che in tempi di maschi sempre più glabri è quasi una dichiarazione di guerra.



PHOTOSHOOT DELL’ANNO// A Inez Van Lamsweerde e Vinoodh Matadin, va il premio come miglior photoshoot per "GQ Style" (qui). Complice un James che osa con trucco, abiti pirateschi e pose da vera rockstar, la geniale coppia di fotografi rivisita il mito new romantic di Adam Ant.

CINEMA 2011// Oltre il dimenticabile "Your Highness", per il pubblico italiano, a febbraio, la possibilità di vedere finalmente 127 Ore, il bellissimo film di Danny Boyle con James nel ruolo di una vita; ma è Rise of The Planet of The Apes, la vera sorpresa dell'anno. L'attesa rasentava i minimi storici, ma ci siamo ritrovati con un blockbuster che riesce a stupire e coinvolgere senza dare l'impressione di essere al supermercato dell'effetto speciale.

L'OSPITATA TELEVISIVA DELL’ANNO// Conan O'Brien Show! Bisogna aggiungere altro? Se non l'avete ancora vista, cliccate qui.

L'INTERVISTA DELL’ANNO// Pubblicata anche sulle pagine di James Franco Italia (qui), l'intervista di "The Days of Yore" ha convinto tutti. Un ritratto inedito, divertente e toccante da consigliare anche ai detrattori più accaniti.

LA CITAZIONE DELL'ANNO// "I don't want to be confined by that single screen or a single kind of person telling the story. I want it fractured. I want to break it up. I want to lose myself." 

IL VIDEO DELL'ANNO// James Franco sings "Cruisin' for Love".


ASPETTANDO IL 2012// Molti i progetti in cantiere, ma tra i film già girati, si fa il tifo per Maladies di Carter, sperando che il prossimo anno possa passare per qualche festival ed essere distribuito a dovere. Sul fronte mainstream, anche se il film uscirà solo a marzo 2013, si contano i giorni che ci separano dalla prima foto promozionale di "OZ, The Great and Powerful".

18 commenti:

  1. Che bel recap completissimo! Anno ricchissimo, e quelle cover (si, compresa Flaunt b-side) sono stupende.

    RispondiElimina
  2. Io non posso far altro che ringraziare ancora una volta Sonny per tutte le news su James, ( soprattutto TUTTE le notizie relative al suo arrivo al Lido di Venezia ).
    In fondo è anche un po' grazie a tutti i tuoi aggiornamenti se quella fantastica mattinata del 4 settembre sono finalmente riuscita a vederlo! :)
    Quindi, Grazie Grazie Grazie Sonny e Grazie James Franco Italia!
    :)

    Camilla.

    RispondiElimina
  3. Io direi il POST dell'anno. Grazie Sonny, è davvero bellissimo!!

    Per ovvie ragioni il mio momento clou dell'anno Franco 2011 è la partecipazione di James alla Biennale di Venezia e tutti gli annessi e connessi. Averlo ad un palmo dal naso, scambiare (poche) parole con lui, assistere alla conferenza, vedere da vicino i suoi lavori... non evrei potuto chiedere di meglio. Credo sia la cosa più bella per un fan. E poi grazie a questo blog ho avuto l'occasione di raccontare la mia fantastica esperienza e di sentire vicini tutti quelli che hanno letto il mio articolo e lo hanno apprezzato (Mamma Franco e Val Lauren compresi). E' stato un evento che ha portato con sé una valanga di emozioni diverse per quanto mi riguarda e credo sarà una parentesi che non si chiuderà mai.

    Menzioni speciali a "127 Ore", a mio parere la migliore prova di James/attore, al sensazionale photoshoot di GQ Style e all'intervista di The Days of Yore.

    RispondiElimina
  4. Ma che bel post, quasi mi commuovo. Sonny, Sonny... ancora una volta, GRAZIE! Come faremmo senza di te? :)
    Ovviamente non posso che essere d'accordo con Chiara. Personalmente Venezia è stata l'esperienza più bella di tutto il mio 2011, il top del top! Davvero indimenticabile e irripetibile, rimarrà per sempre nel mio cuore. Probabilmente non sarebbe stata altrettanto "riuscita" senza le preziosissime informazioni fornite da questo splendido blog... E ripeto, la parentesi veneziana non si chiuderà MAI! E' inutile che ci provi, tanto sbuca sempre qualcosa di nuovo hehehe... :D

    RispondiElimina
  5. @neodie, e ho raccontato giusto un 20% di quello che è successo ahah

    @Camilla, ma che bello, grazie! Ricordo con piacere quei mesi: l'ufficio stampa della Biennale alla fine mi avrà detestato hahah

    @Chiara, @Eva, fedelissime, grazie, mi fate commuovere!! Chissà cosa ci porterà il nuovo anno. Iniziamo da quei 5 film in cantiere? :))

    RispondiElimina
  6. @Sonny Beh, intanto si inizia alla grande con The Broken Tower (manca pochissimo, non sto nella pelle!), poi si vedrà. Comunque io e Chiara fantastichiamo già di un ritorno di James e Val al Lido con "A Streetcar Named Desire"... li abbiamo accolti così calorosamente... chissà! :)

    RispondiElimina
  7. Sarebbe fantastico e, sapete, io metto sul piatto anche "Tar"... poi con il passaggio di Muller alla "Festa di Roma", non è detto che non ci sia interesse a portarlo anche lì. Ad ottobre potrebbe essere pronto anche il biopic di Joe Namath!

    RispondiElimina
  8. grazie @sonny!!!cosa farei senza la tua visione francA opposta alla mia?!?!?:D

    @chiara "E poi grazie a questo blog ho avuto l'occasione di raccontare la mia fantastica esperienza", ti devo correggere "E poi grazie a questo blog ho avuto l'occasione di ... far rosicare tantissima gente .. XD

    per eventuali ospitate italiane anche da prezzemolino dobbiamo solo indirizzare le nostre preghiere a frida che è una di noi XD

    OFFtopic
    @sonny prima del 2012 ci sveli il tuo nome o devo continuarti ad immaginare come franco in Sonny (che cooooomunque non mi dispiace XD)?

    RispondiElimina
  9. Quoto in tutto e per tutto l'off-topic di @ddoll, anche se io immagino in base alla foto del profilo. :D

    RispondiElimina
  10. già!!!! pezzo dell'anno!!!!...xò nn disperiamo...io ke ho rosicato un sacco x non essere potuta venire a venezia quest'anno spero ke con l'anno prox si ripresentino nuove occasioni di una sua eventuale partecipazione a qualche altro evento qui da noi e qst volta appena lo so prendo ferie!...mai dire mai magari con il suo fervido attivismo ci piazza un altro filmuccio da presentare alla biennale 2012 no?

    RispondiElimina
  11. Seee vabbè, sognate ragazze, sognate HAHAH!! Ok, mi avete idealizzato, non uscirò MAI allo scoperto :)) Comunque, chi mi ha contattato via mail, sa il mio nome. Sul blog sono un avatar al vostro servizio! :))

    @Elvy, grazie mille! Se dovesse tornare, vediamo di organizzare un pellegrinaggio di massa col blog XD

    RispondiElimina
  12. vabene me lo faccio dire da @chiara XD

    RispondiElimina
  13. Chiara chi? ;)

    UNA DI NOI! FRIDA UNA DI NOI! UNA DI NOOOOOI!...
    ahahahah E' vero, mamma mia, speriamo torni presto in Italia (anche la festa di Roma non ci fa schifo, assolutamente!)

    RispondiElimina
  14. Che post fantastico...e che anno!Accidenti!=)Sonny ancora mille mille grazie per le tue preziosissime informazioni.Senza di te non avrei potuto sapere cosi tanto di James.Grazie.Sono felicissima di far parte di questo straordinario blog.Davvero grazie a tutti!Non posso far altro che augurarvi un SUPER 2012 con la speranza che quest'anno ci porti tante FRANCO-NEWS come il 2011(cosa sicura dato che prezzemolo non sta fermo un attimo)!!! AUGURIIIII XoXo.
    Ddoll Anch'io, anch'io voglio sapere il vero nome di Sonny!

    RispondiElimina
  15. Buon anno Sonny!! E buon anno a tutti i lettori del blog!!!!!!!!

    RispondiElimina
  16. Grazie a tutti!! :)
    Buon anno!

    RispondiElimina
  17. Anzitutto grazie per il post riepilogativo!
    Poi.. sto ragazzo fa un sacco di cose, è davvero un fenomeno. Per me il 2011 non è stato proprio un bell'anno, ma vedere James dal vivo qui a Venezia è stata la cosa più meravigliosa e quella che vale la pena ricordare bene, una delle poche perle per cui quest'anno è valso la pena di essere vissuto. Soprattutto perchè è arrivato mentre ero ancora un pò in convalescenza per un'operazione che ho subito, quindi, quando sui giornali ho letto la notizia che lui veniva qui, per me è stata la cosa che davvero mi ha dato tutta l'energia per stare meglio. E poi quest'anno l'ho proprio riscoperto come attore, mi piaceva già, ma mi sono affezionata molto di più, soprattutto dopo aver visto con i miei occhi il suo lato umano.
    Perciò, grazie James!
    E grazie a voi che mi tenete informata!

    RispondiElimina
  18. Oh @nefer, mi dispiace, spero che ora vada meglio... mi fa piacere però tu abbia trovato in Venezia una valvola di sfogo e un motivo per reagire. Ti auguro un 2012 più sereno :)

    RispondiElimina