sabato 5 gennaio 2013

"Maladies" al Festival di Berlino

Apprendiamo da un tweet di Fallon Goodson, protagonista di "Maladies" insieme a James Franco, Catherine Keener e David Strathairn, che il tanto atteso film di Carter verrà presentato al prossimo Festival di Berlino.



Girato nel 2011, inizialmente "Maladies" avrebbe dovuto essere presentato allo scorso Sundance Festival, ma il regista Carter, insieme con il direttore della fotografia Doug Chanberlain, ha deciso di ritornare in sala di montaggio. Dopo alcune proiezioni test, quella di Berlino sarà quindi la prima uscita ufficiale del film, che sin da subito, grazie ai suoi personaggi particolari e all'affascinante teaser trailer, aveva incuriosito i fan di James Franco.


In "Maladies" James interpreta un ex attore di soap opera ritiratosi a vita privata perchè convinto di essere affetto da schizofrenia. Ora vive in una casa stile Grey Gardens a Long Island, insieme alla sorella depressa (Fallon Goodson) e la sua migliore amica, un'artista cross-dresser interpretata da Catherine Keener.

9 commenti:

  1. Vorrei essere a Berlino...
    Maladies è un altro film che mi incuriosisce moooolto.

    RispondiElimina
  2. E io che solo due giorni fa facevo gli scongiuri: Sonny, tu hai contatti con le alte sfere, ammettilo. Vabbè, grande grande notizia! E non vedo l'ora di rivedere anche la Keener! Qui mi sa che, considerando gli attori, realtà e finzione si intrecciano in modo inestricabile. La prima impressione è quella di un Allen drammatico, tipo Interiors, ma più veloce e dinamico. ;)

    RispondiElimina
  3. Finalmente! Che bella notizia! Speriamo arrivi anche da noi in qualche modo.

    RispondiElimina
  4. Appunto, speriamo arrivi anche a noi ç___ç

    RispondiElimina
  5. Un tema particolarmente delicato quello dei disturbi mentali. Secondo me ci vuole un'estrema sensibilità ed empatia per calarsi in questa parte. Anche se la trama è diversa, mi viene subito in mente "A beautiful mind" e penso che in pochi siano riusciti a realizzare un lavoro che rifletta in maniera così approfondita e soprattutto realistica questo argomento.
    Credo sia estremamente difficile trattare di psicosi senza cadere nel banale, nel superficiale oppure nel pesante visto che in questo caso sono due i personaggi disturbati.
    Speriamo bene, sono molto curiosa.

    RispondiElimina
  6. @hope, ho delle ottime vibrazioni da questo film. C'è la Keener che è un mostro sacro, James per prepararsi al ruolo ha accettato "General Hospital" e la Goodson si è rintanata in albergo a scrivere tutto quello che poteva essere utile al suo personaggio. Mi sembra estremo e con interpretazioni senza reti di sicurezza. Lo attendo molto!

    @isolde, sto aspettando il calendario ufficiale per vedere cosa si può fare! :)

    RispondiElimina