domenica 25 marzo 2012

Leggi l'intervista per MUSE magazine: "Who the hell is James Franco?"

Solo su JAMES FRANCO ITALIA, un estratto dell'intervista di Alexis Maida pubblicata sul nuovo numero della rivista Muse (la potete trovare ancora in edicola, in versione integrale, accompagnata dallo splendido photoshoot di Mona Kuhn). Ho selezionato le domande più interessanti, quelle che forse ci permettono di rispondere al titolo interrogativo che accompagna l'articolo: "chi diavolo è James Franco?"



Che cosa cerchi in un copione?
Recitare non è la cosa a cui penso la maggior parte del tempo. Faccio cinema per collaborare con persone che ammiro, ma non credo che ormai rappresenti più il mio sfogo creativo principale. Detto ciò, direi che un buon regista è la mia preoccupazione primaria, il copione viene dopo.

Qual'è il ruolo dei tuoi sogni?
Non ragiono in questo modo. Quando interpreto un ruolo è per il film, non per compiacere me stesso. Voglio essere in film interessanti. Ho una predilizione per personaggi "artistici".

Hai anche fatto il regista - quali sono le sfide pricipali dall'altra parte della telecamera?
Adoro la regia. E' una vera avventura. Hai un'idea del quadro genrale, poi estrai il film dalla materia prima. Quello che intendo dire è che quando fai l'attore è tutto bello e pronto, le scene e i costumi sono stati progettati, il copione è stato scritto, le inquadrature sono state messe a punto, ma come regista sei tu che dai vita al tutto.

Sono andata alla Stern School e so che hai tenuto un corso all'Università - com'è insegnare e come è successo?
Ho da poco conseguito una laurea in regia all'Università di New York e avevo già parlato con i docenti della mia volontà di tenere un corso di produzione. Quando ero ancora studente ho adattato tre poemi in tre cortometraggi e la vita del poeta Hart Crane in un lungometraggio, così ho deciso di tenere un corso su come adattare la poesia al cinema. Adoro insegnare. Il corso è stato un successo. Abbiamo usato una raccolta di poesie di C.K. Williams e abbiamo girato il film a Detroit. Questo semestre ne facciamo un altro con un libro di Stephen Dobyns intitolato "Black Dog, Red Dog".

Gia Coppola - a proposito della serie Palo Alto che avete realizzato insieme - dice che le hai insegnato moltissimo; ti fa piacere lavorare con giovani talenti?
Gia è un'artista straordinaria. Non volevo tramutare personalmente il mio libro in un film, volevo che una voce esterna fosse coinvolta nel progetto. Ho visto paio di video di Gia e ho pensato che avesse una visione perfetta sul tipo di giovani che ritraggo nel mio libro. Adoro collaborare con giovani talenti perchè hanno un enorme dose di passione, energia e una prospettiva fresca.

Come trovi l'equilbrio nella vita?
Faccio cose che amo. Ogni progetto è ben pianificato, lavoro con i miei cari e i miei amici, in modo da averli sempre con me.

Ti ho visto nel film su Marina Abramovic - che rapporto c'è tra voi e qual è il tuo interesse per la performance art?
Ho conosciuto Marina due o tre anni fa grazie a Klaus Biesenbach. Siamo subito diventati amici. E' stata una grande maestra e ora è una dei miei relatori alla Rhode Island School of Design.

A cosa stai lavorando al momento?
"Spring Breakers" con Harmony Korine. "Black Dog, Red Dog" con Stephen Dobyns e gli studenti della Univeristà di New York. "Birdshit" - una serie di performance con Marina alla Clocktower di New York. "Rebel" - una collaborazione con Paul McCarthy, Damon McCarthy, Ed Ruscha e Harmony Korine al MoCA. "Palo Alto" con Gia Coppola. "Child of God" con Cormac McCarthy e "As I lay Dying", adattamento del romanzo di William Faulkner.

English version after the jump...>>

What do you look for in a script?
Acting is not what I think about most of the time. I really act as a way to collaborate with people I admire, but I don't think of my acting as my main creative outlet anymore. So, considering that I guess I'd say I look for a great director, the director is my primary consideration and the script is secondary.

What would be your dream role?
I don't really think that way. When I act in a role it's in order to serve a film, it's not to serve myself. So, I just want to be a part of good films. I suppose I enjoy characters that are artists.

You have moved into directing - what are the biggest challenges on the opposite side of the camera?
I love directing. It's a real adventure. One gets to have a perspective of the big picture and go out in the world and carve out the movie from raw materials. What I mean is that as an actor the world is brought to you, all the sets and costumes are designed, the script is written, the camera angles are designed, but as a director you are creating the whole world.

I went to NYU Stern and I know you have taught a class at the University - how did this come about and how was it to teach?
I had recently graduated from the graduate film program at NYU TISCH department and I started talking to the faculty about teaching a production class. When I had been a student I adapted three poems into three short film and the life of a poet, Hart Crane into a feature lenght film, so I decided to teach a class that was about adapting poetry into film. I love teaching. The class was a huge success. We used a book of poems called "Tar" by C.K. Williams and shot the films in Detroit. We are doing it again this semester with a book called "Black Dog, Red Dog" by Stephen Dobyns.

Gia Coppola, talking about Paolo Alto series, said you have taught her so much - do you enjoy working with younger talents?
Gia is a fantastic artist. I dind't want to adapt my "Palo Alto" book into a film that I would direct; I wanted a different voice to be involved in the project. I had seen some of Gia's videos and I thought she had the perfect grasp on the kinds of young people that are portrayed in my book. I love collaborating with younger talent because they have great amounts of passion, energy and they have a fresh outlook.

How do you find balance in your life?
I just do the things I love. Each project is well planned and I work on them as they come up. I work with my friends and loved ones so that they can be aorund me all the times.

I have notice you in the Marina Abramovic film - can you describe your relationship and your interest in performance art?
I met Marina two or three years ago when I was introduced to her by Klaus Biesenbach. We immediately become friends. She has been a great teacher and is now one of my thesis advisors at RISD.

What are some of your current projects?
"Spring Breakers" with Harmony Korine. "Black Dog, Red Dog" with Stephen Dobyns and the NYU graduate students. "Birdshit" - a performance series at the Clocktower in NYC with Marina. "Rebel" - a collaboration at MoCA with Paul McCarthy, Damon McCarthy, Ed Ruscha and Harmony Korine. "Palo Alto" with Gia Coppola. "Child of God" with Cormac McCarthy and "As I lay Dying".

12 commenti:

  1. Muse magazine lo possiamo trovare in edicola??

    RispondiElimina
  2. Sì, si trova in edicola, viene distribuito in tutta Italia - anche se le copie non sono tantissime. Se sei di Milano lo trovi anche da Armani Libri e da Antonioli ;)

    RispondiElimina
  3. Carlotta Franco25 marzo 2012 16:47

    Grazie milleee! Oggi proverò!

    RispondiElimina
  4. Grazie per l'intervista Sonny!

    RispondiElimina
  5. Questa foto mi scatena pensieri sconcissimi!!! XD
    "lavoro con i miei cari e i miei amici, in modo da averli sempre con me" *_______*
    Bella intervista, grazie sonny!!!!

    RispondiElimina
  6. Carlotta Franco26 marzo 2012 22:08

    Una domanda! oggi il mio edicolante mi ha detto che "muse magazine"" gli sarebbe arrivato tra qualche giorno, è quello dell'intervista o già il nuovo numero??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il numero giusto, MUSE è trimestrale! :)

      Elimina
  7. Carlotta Franco26 marzo 2012 22:27

    super perfetto!!! Grazie mille Sonnyy <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla! Fammi sapere se lo trovi ;)

      Elimina
  8. "Questa foto mi scatena pensieri sconcissimi!!!"
    Uh come quoto!

    RispondiElimina
  9. Great article! Thanks for posting!

    RispondiElimina
  10. Ho una predilizione per personaggi "artistici".
    L'abbiamo capito, James. XD In più ti ammiro per questo

    A cosa stai lavorando al momento?
    "Spring Breakers" con Harmony Korine. "Black Dog, Red Dog" con Stephen Dobyns e gli studenti della Univeristà di New York. "Birdshit" - una serie di performance con Marina alla Clocktower di New York. "Rebel" - una collaborazione con Paul McCarthy, Damon McCarthy, Ed Ruscha e Harmony Korine al MoCA. "Palo Alto" con Gia Coppola. "Child of God" con Cormac McCarthy e "As I lay Dying", adattamento del romanzo di William Faulkner.

    Accipicchia!

    la foto poi è da non commentare.

    RispondiElimina