domenica 29 dicembre 2013

ANNO FRANCO 2013

Highlights James Franco Italia: il 2013 è stato un anno ricco di appuntamenti, vissuti sul campo e raccontati sulle pagine del blog. Si è partiti a febbraio con il Festival di Berlino e la recensione della mostra "Gay Town"; ci siamo ritrovati a giugno, a Londra, per portarvi dentro "Psycho Nacirema"; vi abbiamo accompagnato durante i giorni veneziani per la prima di "Child of God", e proprio a Venezia abbiamo avuto un nuovo incontro col "nostro", ma soprattutto con Scott Haze che ci ha riconosciuti e ringraziati per il lavoro che facciamo ogni giorno. Vi abbiamo parlato di "The Animals" e fatto conoscere meglio Tiziana Lo Porto, traduttrice di "In stato di ebbrezza", che ci ha concesso una splendida intervista. Tutto questo alimentato grazie al vostro continuo entusiasmo e supporto. Grazie!



James Franco e il Cinema: "Spring Breakers" arriva nelle sale e il suo impatto mediatico è tsunamico. Potete odiarlo, amarlo alla follia, ma sicuramente non ignorarlo. Alien diventa l'alter ego gangsta di James Franco, con vita propria anche al di fuori del film: tutti lo citano, tutti d'accordo nel considerarlo uno dei personaggi più riusciti e influenti dell'anno. Per James, un ruolo che vale un'intera carriera.
Vedi anche: "Child of God", "This Is The End" e "Il Grande e Potente Oz"



James Franco e l'arte: "Psycho Nacirema" apre a Londra il 6 giugno. E' la maturazione del James Franco artista, un'idea forte, un lavoro complesso che si muove su più media, mescolando realtà e finzione, ossessioni e nevrosi materializzate su un set che ricrea le inquietanti atmosfere del "Bates Motel" di Alfred Hitchcock.
Vedi anche: "Gay Town"



James Franco e la scrittura: numerosi articoli per l'Huffington Post e Vice (tutti tradotti sulle nostre pagine), prefazioni per le riedizioni di "The Wizard of Oz" e "Demian", ma soprattutto il ritorno in libreria con l'uscita del primo romanzo "Actor Anonymous", ironica riflessione sull'attore e le sue maschere pubbliche e private.
Vedi anche: "A California Childhood"



James Franco e la televisione: Interviste nei principali talk americani, un ruolo come guest-star nella serie "The Mindy Project", una trasmissione (d'arte) tutta sua, ma la consacrazione passa attraverso lo sberleffo dello show di culto "Roast", dove James viene ironicamente messo alla berlina da un gruppo di amici e comici. Uno dei momenti più divertenti e imperdibili dell'anno.
Vedi anche: "Iconoclasts – James Franco & Marina Abramovic"



James Franco, la star: a marzo arriva la stella sulla celebre "Walk of Fame". James ringrazia circondato dalla famiglia e con la voce rotta dalla commozione. E' il suo sogno americano, quello dell'adolescente ribelle e inadeguato di Palo Alto che ha trovato la sua strada nel mondo.
Vedi anche: "Grand Marshal al NASCAR Daytona 500"



La cover dell'anno: COMPLEX (giugno/luglio 2013). Seth Rogen e James Franco sono la coppia dell'anno. Insieme in "This Is The End" e con un secondo film in cantiere celebrano la loro amicizia sul set crusoeiano della rivista Complex.
Vedi anche: "Icon Spagna, novembre 2013"



Il photoshoot dell'anno: abbiamo un debole per gli scatti che mettono in luce lo spirito istrionico di James, ma come dire di no all'eleganza del servizio fotografico di Dove Shore per Harper's Bazaar Giappone?
Vedi anche: "Dazed & Confused di Josh Olins"

L'intervista dell'anno: MEWWW!! MEWWW!!! MEWW!! Siamo diventati pazzi? No, è solo l'intervista dei gatti Uni e Chloe in occasione dell'uscita di "Actor Anonymous". Potete recuperarla QUI.
Vedi anche: "Charlie Rose, an hour with James Franco"

Weirdo moment: da intelletuale a freak, il James Franco che non si prende sul serio e gioca con la sua immagine ci piace anche quando non smettiamo più di strabuzzare gli occhi. Il weirdo moment per eccellenza è l'esilarante intervista tra due felci con Zach Galifianakis. Ve la riproponiamo qui sotto.
Vedi anche: "Bound 3, con Seth Rogen"



La frase dell'anno: "...Grazie, ricorderò questo momento per sempre. Grazie infinite.." —James sulla Walk of Fame, 07/03/2013.

Dicono di lui: "James, sei un ragazzo strano, e la cosa mi piace, perché tu hai avuto tutte le occasioni per diventare uno ordinario, ma non lo sei mai stato." —Andy Sandberg, Roast of James Franco, 25/08/2013

Aspettando il 2014: tanti i film in uscita come attore, "Third Person", "Good People" e il wendersiano "Every Thing Will Be Fine" solo per citarne alcuni, e altrettanti come regista. L'attesa è alta soprattutto per "Bukowski" e "L'urlo e il furore", ma con l'uscita in sala di "Child of God", già accolto con entusiasmo al Festival di Venezia, ci auguriamo che il 2014 possa consacrare definitivamente James come autore.

6 commenti:

  1. Ottimo lavoro, come sempre. :)

    RispondiElimina
  2. Che annata! Lo diciamo tutte le volte, ma sembra che ogni anno sia stato più ricco del precedente. Grazie a tutti!

    RispondiElimina
  3. la sezione franco e l'arte mi urta ogni anno di più XD, più vedo le sue "opere" più mi sembrano una accozzaglia di pittura e manie di protagonismo.. non ci riesco...non che il franco scrittore mi entusiasmi più di tanto eh! XD
    la categoria weird può essere assimilata a quella artistica e bon

    per me la cover dell'anno è quella di vanity fair con il cast di freaks and geeks eee bbbasta

    comunque quest'anno mi posso ritenere soddisfatta, child of god mi è piaciucchiato, gli ho visto i capelli bianchi e sono stata spettatrice del siparietto del fazzoletto in conferenza stampa a venezia. U__U

    P.S. PAAALO ALTOOOO FOOOOEVAAAAA, BITCHESS

    RispondiElimina
  4. ahahah grande doll! Per me, il momento Franco dell'anno (consentitemi una parentesi privata) è stato poter passare del tempo con voi di nuovo a Venezia. Speriamo si ripeta nel 2014. Vi voglio bene!

    RispondiElimina
  5. Alien singing Britney Spears SPRING BREAAAAAAAAKERS :)
    Twan

    RispondiElimina
  6. @Romanoff, grazie!

    @Twan, great moment!!

    @Chiara, ddoll dai che quest'anno si replics (hope so) e sarà ancora più bello!

    RispondiElimina